Salento Film Festival Internazionale Cortometraggio - Finibus Terrae
Streamit
Festival - Versione Italiano Festival  - English Version
CERCA
FESTIVAL
Fasano
Nastassja Kinski
Attrice

Nastassja inizia a lavorare prestissimo, come modella, in tv e nel 1975 esordisce al cinema con Falso movimento del regista tedesco Wim Wenders.

 All'esordio cinematografico seguono altri lavori di minore spessore artistico, tra questi il telefilm Solo per il tuo amore diretto da Wolfgang Petersen (1977), fino al 1978, anno in cui Così come sei di Alberto Lattuada, al fianco di Marcello Mastroianni, le darà notorietà internazionale, anche se, anni dopo, l'artista ricorderà con amarezza quell'esperienza, in cui, adolescente, si sentì usata dagli adulti[senza fonte]. In quello stesso periodo, la Kinski si lega a Roman Polanski, che l'aveva conosciuta nel 1976, e che indirizza la sua giovane protetta all'Actor's Studio di Lee Strasberg. Lo stesso regista polacco la dirigerà nel 1979 in Tess, trasposizione del romanzo di Thomas Hardy, interpretazione che le vale l'assegnazione del Golden Globe.

 

Negli anni successivi, contrassegnati da fervida attività, partecipa al remake de Il bacio della pantera del 1982, di Paul Schrader, Un sogno lungo un giorno di Francis Ford Coppola, del 1982, Paris, Texas, ancora con Wim Wenders, e Maria's Lovers di Andrej Končalovskij, entrambi del 1984. Sempre del 1984 è il remake della commedia Un'adorabile infedele con Dudley Moore. Dell'anno successivo, da ricordare Revolution, a fianco di Al Pacino, e Harem con Ben Kingsley. Dopo questi film, l'attività si dirada notevolmente nei decenni successivi.

 

Trascorre molto tempo in Italia (parla correttamente l'italiano, oltre al tedesco, l'inglese, il francese ed il russo), lavorando con vari registi quali Lina Wertmüller, Citto Maselli, i fratelli Taviani e Sergio Rubini. Partecipa anche a Voglia d'amare (1987), a Acque di primavera - una produzione italiana del 1989 firmata da Jerzy Skolimowski e ispirata a un racconto di Turgenev -, e a Umiliati e offesi, del 1991, trasposizione del feuilleton dostoevskiano.

 

Wim Wenders la dirige per la terza volta in Così lontano, così vicino (1993), in cui interpreta la parte dell'angelo Raphaela, e, dopo il ritorno negli Stati Uniti, partecipa a diverse produzioni, soprattutto televisive.

Vita privata

 

Il 10 settembre 1984 l'attrice sposa il produttore egiziano Ibrahim Moussa, di 14 anni più anziano di lei, dopo aver dato alla luce il suo primogenito Aljosha il 19 giugno. Il 2 marzo 1986 nasce la secondogenita della coppia, Sonja Leila, oggi affermata modella.

 

Dal 1991 inizia il rapporto che la lega sentimentalmente al musicista e produttore statunitense Quincy Jones, di 28 anni più anziano: nel novembre di quello stesso anno muore Klaus, il padre. La Kinski non parteciperà ai funerali; il legame tra padre e figlia, da sempre tormentato e vissuto sul precario crinale amore-ripudio, era, da tempo, definitivamente reciso[senza fonte]. L'anno successivo, l'attrice divorzia da Moussa. Ne consegue un lungo e durissimo strascico di azioni legali, per l'assegnazione della custodia dei figli, fino a quando tribunali italiani riconosceranno all'attrice il diritto di tenere con sé, nella sua nuova vita in California, entrambi i bambini[senza fonte]. Dal suo rapporto con Jones nasce poi, il 9 febbraio 1993, Kenya Julia Miambi Sara, terza e ultima figlia dell'artista berlinese.

 

Dopo la separazione da Quincy Jones, avvenuta nel 1997, l'attrice vive in California.

Filmografia parziale

 

    Falso movimento (Falsche Bewegung) di Wim Wenders (1975)

    Una figlia per il diavolo (To the Devil a Daughter) di Peter Sykes (1976)

    Solo per il tuo amore (Reifezeugnis) di Wolfgang Petersen (episodio della serie tv Tatort, 1977)

    Niente vergini in collegio (Leidenschaftliche Blümchen) di André Farwagi (1977)

    Così come sei di Alberto Lattuada (1978)

    Tess di Roman Polanski (1979)

    Lo specchio del desiderio (La lune dans le caniveau) di Jean-Jacques Beineix (1982)

    Il bacio della pantera (Cat People) di Paul Schrader (1982)

    Un sogno lungo un giorno (One from the Heart) di Francis Ford Coppola (1982)

    Un'adorabile infedele (Unfaithfully Yours) di Howard Zieff (1982)

    Sinfonia di primavera (Frühlingssinfonie) di Peter Shamoni (1983)

    Star's lovers (Exposed) di James Toback (1983)

    Paris, Texas di Wim Wenders (1984)

    Hotel New Hampshire (The Hotel New Hampshire) di Tony Richardson (1984)

    Maria's Lovers di Andrej Končalovskij (1984)

    Revolution di Hugh Hudson (1985)

    Harem di Arthur Joffé (1985)

    Voglia d'amare (Maladie d'amour) di Jacques Deray (1987)

    In una notte di chiaro di luna di Lina Wertmüller (1989)

    Acque di primavera di Jerzy Skolimowski (1989)

    L'alba di Francesco Maselli (1990)

    Il segreto di Francesco Maselli (1990)

    Il sole anche di notte dei fratelli Taviani (1990)

    Umiliati e offesi (Униженные и оскорблённые) di Andrej Ešpaj (1991)

    In camera mia di Luciano Martino (1992)

    La bionda di Sergio Rubini (1992)

    Così lontano, così vicino (In weiter Ferne, so nah!) di Wim Wenders (1993)

    Due padri di troppo (Fathers' Day) di Ivan Reitman (1997)

    Complice la Notte (One Night Stand) di Mike Figgis (1997)

    Savior di Predrag Antonijević (1998)

    Amici & vicini (Your Friends & Neighbors) di Neil LaBute (1998)

    Delitto imperfetto (Susan's Plan) di John Landis (1998)

    Se cucini ti sposo di Sharon von Wietersheim (2000)

    Quarantine-Virus letale di Chuck Bowman (2000)

    Amori in città... e tradimenti in campagna (Town & Country) di Peter Chelsom (2001)

    In fuga per la libertà (An American Rhapsody), regia di Éva Gárdos (2001)

    Serial Killer.com di Nico Mastorakis (2001)

    Il giorno in cui il mondo finì di Terence Gross (The Day the World Ended) (2001)

    Les liaisons dangereuses di Josée Dayan (miniserie tv, 2003)

    À ton image di Aruna Villiers (2004)

    La Femme Musketeer di Steve Boyum (miniserie tv, 2004)

    Inland Empire - L'impero della mente (INLAND EMPIRE) di David Lynch (cameo, 2007)

 

Scarica il regolamento del Festival
Safiter ed Events

Salento Finibus Terrae Film Festival Internazionale Cortometraggio è una produzione Events Production
Events Production di Romeo Conte d.i. Via F. Ferrucci 69, 59100 - PRATO - P.IVA 02175540976 - Film Festival Internazionale Cortometraggio - privacy policy
web design - hosting - software